Basket, troppi spazi lasciati alla Fortitudo Teramo. Biofox sotto di 37 punti

di Francesco Tomassoni Ci volevano ancora “i botti”, ma tutta l’acqua caduta dal cielo in questi giorni ha bagnato, e di brutto, le polveri dei bombers vastesi.
La BioFox non è stata praticamente mai in gara lasciando campo aperto alla Fortitudo Teramo che, con in panchina Gramenzi al posto di Bontà, ha impartito una severa ...
lezione di basket e non solo.
Padroni di casa partiti a mille fin dalla prima palla a due, aggressivi su tutti i palloni, presenti sotto le plance, sia in difesa che in attacco, e risultato già acquisito fin dalle prime battute: 7-0 nei primi 50 secondi, poi 13-6 al 5° e 13-12 al 6° (con quattro tiri dalla lunga distanza: Capone, Laccetti, Desiati e Celenza); chiusura primo quarto sul 26-20, 36-26 a metà secondo quarto, squadre negli spogliatoi con un divario di ben 16 punti (49-33).
Dopo il riposo lungo le cose non cambiano: Teramo continua a mille ed il passivo diventa sempre più pesante: -34(82-48) ad inizio terzo parziale, poi –40(90-50) dopo 4 minuti, -44(97-53) a 3 minuti dalla fine con coach Gramenzi che sembra accontentarsi tanto da dare un po’ di spazio a Ramirez (per 4 “lunghi” minuti) e Pedalino (per soli 2), lasciando Di Sabatino addirittura in panca.
Giusta lezione di basket, e non solo, da una neo-promossa che vuole uno spazio certo nei play off per poi giocarsi il tutto per tutto alla ricerca di un doppio salto di categoria di sicuro prestigio.
Coach Di Stefano, dopo l’exploit della gara a Ripalimosani, ha sicuramente tanto lavoro da fare per rimettere in carreggiata un gruppo che, fatto un bel bagno d’umiltà, deve rimboccarsi le maniche per rimettersi all’inseguimento di quell’ottavo posto a cui puntano tantissime formazioni e, alla fine, conteranno moltissimo gli scontri diretti e le differenze canestri.
A seguire due gare interne: la prima vs il Martinsicuro che oggi è la seconda/terza forza del campionato, poi il Nuovo Basket San Vito che è tornato alla vittoria, dopo qualcosa come sette sconfitte in striscia negativa, passando sul campo dell’Airino Termoli fermo a due punti in ultima posizione con il Globo Isernia.
Tornando alla gara di oggi, tanto per rimuovere il coltello nella piaga, nella BioFox c’è proprio poco, ma molto poco, da salvare anche se, leggendo i numeri, Saverio Celenza ha finito la gara con 25 punti nel suo tabellino (top-scorer per l’ennesima volta), ma il suo punteggio, fermo a quota 3 dopo il canestro dalla lunga distanza del 5° minuto, è cresciuto con i 10 punti (su 15) del terzo quarto e i 12 (su 14) dell’ultima [...]

Leggi tutto l'articolo