Basta con le offese a Bertinotti!!!

Son stato contento di scoprire che l'Unità ha accolto la mia come unica vocedissonante del coro di offese per Fausto Bertinotti o di elogi per Massimo D'Alema,pubblicando la mia lettera a Padellaro.
Ma del resto, sperando di non essere stato l'unico a sostenere Bertinotti fra le migliaia di lettere inviate, è logico che io scriva in tal modo essendo iscritto a Rifondazione Comunista, ed è logico che, appoggiando il programma dell'Unione e i suoi partiti, io legga anche l'Unità che è stata difesa soltanto da Bertinotti in una puntata di Ballarò dagli attacchi berlusconiani.
Ma, devo dirlo e ribadirlo, vi sono alcune lettere veramente ingiuriose nei confronti del nostro segretario nazionale.
Ingiuriose perché, a fronte di una mitizzazione del gesto di D'Alema, si riduce la richiesta bertinottiana a una pretesa senza senso fatta dal primo che capita.
Al di là del rifiuto preesistente per qualsiasi incarico governativo, esiste una motivazione profonda a tale richiesta.
Ed è questa la necessità di una certa presenza della componente radicale della sinistra italiana, finora poco raffigurata anche neiprecedenti governi di centro sinistra.
Con D'Alema alla Camera e Marini al Senato,avremmo avuto solo la sinistra riformista invece ora saremo pari.
E appoggio esternovuol dire fiducia ma disinteresse per qualsiasi 'poltrona' ministeriale e nonopposizione a una maggioranza dove il 14% è di Rifondazione.
Chiedo quindi ai lettori dell'Unità di non aver paura, ma di avere solo rispetto per FaustoBertinotti che non è l'ultimo arrivato ma il massimo esponente della sinistraradicale italiana ed anche europea.
Sono ben altri i nostri avversari e lorogongolano a leggere le vostre lettere.Ettore Lomaglio Silvestri

Leggi tutto l'articolo