Basta polemiche

Calcio Al presidente della "Pasianese Calcio", Ermanno Venier, che, come riportato ieri sul nostro giornale, teme la cancellazione di ogni attività calcistica - in particolare giovanile - se il polisportivo venisse gestito da una società extracomunale di rugby, risponde il consigliere delegato alle politiche giovanili, Donato De Santis.
«I giovani di Pasian di Prato – annota l'esponente della maggioranza guidata dal sindaco Andrea Pozzo - continueranno a svolgere attività sportiva grazie alle associazioni attive sul territorio, interne o esterne al Comune.
Interesse prevalente di questa amministrazione, infatti, non è la sede legale bensì l'attività che l'associazione offre alla comunità.
Se, come ipotizzato da Venier, il polisportivo venisse gestito da un'associazione di rugby, ben venga: avremo uno sport in più.
Ciò non esclude le associazioni calcistiche comunali, che possono contare sul regolamento di gestione degli impianti quale garanzia per proseguire o iniziare la loro attività».
Il giovane consigliere non risparmia un affondo: «Che dire dei calciatori ex Pasianese, trovatisi senza squadra in poche settimane? Vicenda che mi ha amareggiato: togliere un impegno ai giovani significa esporli agli ambienti "grigi" della società.
Pensare solo ora alla loro sorte è fuori tempo massimo: fortunatamente c'è chi si è attivato, dando vita all'"Atletico" e alla "Friulana", associazioni che meritano di essere aiutate nei primi passi dall'amministrazione ma anche e soprattutto da chi ha più esperienza.
Da giovane amministratore mi auguro che, anziché concentrarsi su inutili polemiche, tutti, dalle associazioni agli altri amministratori, collaborino al bene della comunità.
Le polemiche, a noi giovani, alla comunità e al rinnovato corso amministrativo non interessano». 

Leggi tutto l'articolo