Ben Johnson: sconvolgenti rivelazioni dopo 30 anni dalla squalifica per doping

 
Un rapporto olimpico anti-doping tenuto segreto per 30 anni ha rivelato che alcuni atleti ai Giochi estivi di Seoul, tra cui due medaglie, sono sfuggiti alle punizioni per potenziali infrazioni di droga mentre altri - tra cui il campione del mondo campione della velocità Ben Johnson - sono stati squalificati.
I dettagli contenuti nei documenti della Commissione Medica Olimpica del 1988 ottenuti dalla Stella forniscono la prima spiegazione ufficiale di come gli scienziati antidoping hanno risposto agli atleti che barano  e in particolare, come hanno gestito lo scandalo più esplosivo e duraturo delle Olimpiadi: Johnson test positivo per uno steroide anabolizzante.
Ben Johnson sostiene di essere stato "preso di mira" ai Giochi del 1988 per squalifica. "Sono entrato pulito e sono uscito sporco", ha detto in un'intervista.
Il  24 settembre 1988, Johnson, allora 26enne, vinse i 100 metri olimpici nel tempo record del mondo, battendo il nemico  Carl Lewis nello show più esagerato dei Gioch...

Leggi tutto l'articolo