Bendetta follia

Guglielmo Pantalei, proprietario di un negozio di articoli religiosi, viene lasciato dalla moglie per una donna il giorno del loro anniversario.
Ma lui non si rassegna all'abbandono.
Nella sua vita infelice e depressa irrompe Luna, giovane "borgatara" romana, che si candida per il ruolo di commessa nel negozio di Guglielmo, nonostante il suo aspetto poco incline ad un negozio del genere.
Questa benedetta follia, che porterà Luna, lo stravolgerà aiutandolo ad aprire nuove porte.Nei film di Carlo Verdone, tutto sembra sempre girare in base ad alcuni elementi, ovvero il protagonista alle prese con le sue abitudini quotidiane; un secondo personaggio che sconvolge tutto; una serie di eventi che portano ad una svolta.
Spesso e volentieri i finali hanno poi quel qualcosa di amarognolo.
Questo film bene o male va sulla stessa strada.
Ci troviamo chiaramente di fronte ad un omaggio alle sue maschere, verso cui guarda con malinconia, verso quel tempo che non tornerà, parafrasando Battiato e \...

Leggi tutto l'articolo