Benedicta Boccoli: "La tv mi ha distrutta, ma il teatro mi ha salvata"

"Creatura televisiva" di Gianni Boncompagni, Benedicta Boccoli ha conosciuto la popolarità a fine Anni 80, inizio Anni 90, dove con la sorella Brigitta è stata tra le protagoniste del piccolo schermo. Poi è arrivato l'oblio e si è dedicata al teatro, dove ha recitato in trenta spettacoli in venticinque anni. "In tv non mi fanno fare nemmeno i provini per le serie" ha detto, raccontandosi al settimanale "Spy".
"Il teatro mi ha dato quelle occasioni che la tv ad un certo punto mi ha tolto" ha sottolineato la Boccoli. Ma esiste un veto sul suo nome? E' lei a spiegarlo: "Non lo so, ma per fare un provino devo fare i salti mortali: ultimamente ho saputo che c'era un ruolo adatto alla mia età in una serie tv e solo perché ho chiamato il regista sono stata contattata dall'ufficio casting. A 50 anni lavorare così è un po' faticoso".
AUTOCRITICA - "Ho fatto autocritica e pensato ai miei difetti. Di certo pesa il cliché della ragazza di 'Domenica In': ma sono passati più di vent'anni. La sorell...

Leggi tutto l'articolo