Benvenuto Dicembre..

Dicembre è mese stanco, chiude l'anno e sembra portare sulla schiena la bisaccia dei mesi trascorsi.
La terra riposa, avvolta dal gelo dell'inverno come in un'ibernazione.
Gli animali sono in letargo, in una sospensione del tempo.
Ma è anche il momento delle luci, della speranza che nasce con il primo lieve allungarsi dei giorni dopo il solstizio e con la ricorrenza del Natale: non è solo la natura che si prepara al risveglio di primavera, anche l'umanità si appresta alla Redenzione.
La neve di Dicembre è consolidata dal freddo e dal gelo, è ben diversa da quella che cade a Primavera e viene spazzata dal sole in mille rigagnoli.
Al Sud si dice “Nive dicembrina pe tri misi te sta vicina”.
E nel tuo dialetto come si dice?!

Leggi tutto l'articolo