Berlino, studio Cep su euro non adeguato

(ANSA) – BERLINO, 27 FEB – Il ministero delle Finanze tedesco boccia lo studio del Cep (Centro politica europea), secondo cui Italia e Francia avrebbero riportato enormi perdite dall’introduzione dell’euro: “Lo studio si basa su un approccio metodologico che, dal nostro punto di vista, è scarsamente adeguato per studiare gli effetti economici dell’unione monetaria.
Ciò limita molto la significatività dei risultati”, afferma il ministero all’ANSA.
Si sottolinea che Olaf Scholz ribadisce di continuo che la Germania “beneficia” dell’euro.