Berlusconi: "Le metropoli italiane sembrano città africane"

"Mi dicono che si è creato un equivoco per una mia intervista.
Non ho mai inteso attaccare, è ovvio, il sindaco Gianni Alemanno che sta svolgendo un eccellente lavoro su Roma, con grande e continuo impegno personale, per cercare di superare le pesanti eredità ricevute dalla sinistra".
Questa la precisazione del presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, che questa mattina, durante un’intervista a radio Radio, aveva dichiarato: "Fa male al cuore girare per molte città italiane come Napoli, Roma o Palermo e vedere che per scritte sui muri e lordura nelle strade sembrano più città africane che europee".
La precisazione "Purtroppo, dopo 15 anni di incuria e di degrado della sinistra, non basta certo un anno di lavoro per risolvere la situazione del decoro e della pulizia dei luoghi pubblici" ha aggiunto il Capo del governo nella sua precisazione, precisando che "per i writer e per chi imbratta i muri è indispensabile applicare le norme al riguardo, già contenute nel codice penale ma cadute in disuso, oppure varare una nuova legge su scala nazionale che permetta ai sindaci di punire in maniera esemplare i deturpatori della nostre città.
Sono assolutamente orgoglioso del lavoro che finalmente il sindaco Gianni Alemanno sta realizzando a Roma, anche con il sostegno del governo nazionale, per far uscire la nostra Capitale dal degrado in cui l'hanno ridotta le amministrazioni di sinistra".
L’intervista Durante l’intervista Berlusconi aveva portato l’esempio di "città come Tokyo e Pechino, dove non c'è un mozzicone, una plastica, una carta, scritte sui muri.
Anzi c'era una legge, cambiata qualche mese fa, con cui chi deturpava le strade veniva punito con delle nerbate.
Non voglio arrivare a tanto, ma qualcosa dovremo farla".
Dare l’esempio "Il nostro codice penale commina il carcere per chi nei centri storici rovina gli edifici, anche con scritte sui muri – ha detto il premier - ma questa è una norma caduta nel disuso.
Dovremo recuperarla e cominciare a dare qualche esempio, perché fa male al cuore girare per molte città italiane come Napoli, Roma o Palermo e vedere che per scritte sui muri e lordura nelle strade sembrano più città africane che europee".
I suggerimenti per Alemanno: "Più cura del verde, più attenzione alla pulizia" Rispondendo alle domande dell'intervistatore di Radio Radio che gli chiedeva cosa suggerirebbe al sindaco Alemanno per migliorare la città, Berlusconi ha premesso che "a me Roma piace così com'è.
Ho parlato recentemente con Gianni Alemanno - ha aggiunto – ha molti [...]

Leggi tutto l'articolo