Bic cristal ballpoint

Ho sempre usato queste.
Alle elementari, dopo la matita, le prime penne furono quelle "cancelline" (papermate?) che avevano una gomma sul cappuccio utile per "s"cancellare gli errori.Poi arrivarono nel mio astuccio le Bic che prendevo dall'ufficio di papà.-si...
registralo nelle partite fuori cassa!!! Ma è possibile che non ti entra nel cervello sta procedura?!?-Uff segretaria! Ti ci dovevi mettere anche tu stamani...Ricordo che tutti gli altri bambini adoperavano le 4 colori, le penne profumate, le verdi, le rosa, le arancio.Io no.Io sono sempre rimasto fedele alla classica, minimalista penna a sfera bic.
Nera, blu e rossa.Così alle medie, alle superiori e ora in ufficio.Le terminavo tutte...
e a tutt'oggi le getto solo quando ormai il tratto è insoddisfacente e non rimane inchiostro nel fusto trasparente.Hanno il vantaggio anche di non "scoppiare", se non raramente e non sbavano quando nelle schedine di registrazione ci usi sopra l'evidenziatore per i pagamenti effettuati.Quelle usate le metto in una scatola, dentro un cassetto qui vicino a me.
Ne ho contate 35 vuote e presto diventeranno 36 con la rossa che sto usando ora.Vanno gettate nel rifiuti per plastica? Non lo so...
le getta sempre segretaria.
Dicono che si capisce molto di un uomo in base alla preferenza che ha riguardo alla penna con cui scrive...Stamani c'è il sole...
e ci sono un sacco di minigonne giù in strada.Non ho voglia di lavorare questa mattina.Azioneuomo.

Leggi tutto l'articolo