Billie Eilish, popstar forte e fragile

(ANSA) – MILANO, 19 FEB – E’ un pop di istinto, feroce e fragile, quello che l’americana Billie Eilish ha portato per la prima volta dal vivo in Italia a Milano.
In un Dude Club gremito la sedicenne losangelena ha presentato le canzoni del suo disco d’esordio ‘dont smile at me’ e i talenti che l’hanno resa già una teen idol.
Vestita di bianco con una larga tuta, accompagnata da due musicisti tra cui l’inseparabile fratello e coautore Finneas O’Connell, Billie Eilish ha aperto un’ora di musica con il singolo ‘bellyache’, interpretato fra i cori delle molte giovani ragazze presenti.
Le ovazioni e i canti delle fan che la seguono avidamente anche sui social non sono calati mentre, proseguendo con ‘idontwannabeyouanymore’, ‘watch’ e ‘&burn’, l’artista dava prova del suo stile introspettivo, energetico e melodico: quello che Billie dipinge con note accarezzate e basi sintetiche è il ritratto di una generazione che, nella sua orgogliosa atipicità, rivendica normalità ed empatia.