Bimba morta su sci, ora otto indagati

(ANSA) – TORINO, 8 MAR – Salgono a otto gli indagati per la morte di Camilla Compagnucci, 9 anni, morta il 2 gennaio scorso a Sauze d’Oulx (Torino).
La bambina, in vacanza col padre, ha perso il controllo degli sci andando a sbattere contro una barriera frangivento.
Nei giorni scorsi altri quattro addetti della Sestriere Spa, la società che gestisce gli impianti sciistici del comprensorio della Vialattea, sono finiti nel registro degli indagati.
Il reato ipotizzato è quello di omicidio colposo.
Il sostituto procuratore Giovanni Caspani, insieme ai carabinieri della polizia giudiziaria, stanno allargando il campo dell’inchiesta e hanno scoperto che sulla pista ‘Imbuto’ – di media difficoltà – altri tre sciatori si erano infortunati.
Solo uno di loro aveva però denunciato l’incidente dopo la morte su una pista tra Sauze d’Oulx e Sestriere, il 21 gennaio 2018, di un ingegnere siciliano di 31 anni, Giovanni Bonaventura.