Bisogna iniziare bene!

"Abbiamo fatto un buon lavoro fino ad oggi, adesso dobbiamo trovare il ritmo-partita e la concentrazione giusta.
La squadra sta bene e ha lavorato senza particolari intoppi.
Il campionato interessa, è uno degli obiettivi della stagione.
Sarà molto importante la partenza, vogliamo iniziare bene la stagione.
L'esito finale di un campionato è strettamente legato all'inizio.
Chi parte bene in genere arriva bene in fondo, per noi l'anno scorso non è stato possibile farlo.
Il Genoa ha ritmo di gioco, è molto veloce in attacco, si muove molto bene e pratica un calcio offensivo.
I pericoli maggiori verranno proprio da questo", questo l'inizio di Carlo Ancelotti nella conferenza stampa di oggi alla vigilia di Genoa-Milan.
Le altre considerazioni del nostro allenatore: "Il nostro obiettivo, senza fare calcoli sulla singola partita, è di iniziare bene il campionato facendo il maggior numero possibile di punti nella prima parte.
La chiusura del Settore ospiti di Marassi, visti i segnali, è staa una decisione di buon senso.
L'augurio è che non accada più niente del genere, che si possano vivere le partite con serenità.
La formazione? Gattuso sta bene.
Emerson? Sta abbastanza bene, rispetto agli altri è più indietro per quanto riguarda le partite, cercheremo di renderlo disponibile per la partita di venerdì.
Ronaldo sta lavorando da una quindicina di giorni a parte, si aggregherà alla squadra lunedì e per venerdì sarà a disposizione.
Il mercato? A volte si depista un po' per non far trapelare le notizie sul tema sempre un po' strano del mercato, però all'inizio dell'estate avevamo parlato con la società di un centrocampista e di un attaccante e sotto certo punti di vista abbiamo acquisito il meglio, sono molto contento del mercato.
Il nostro mercato è finito, da qui al 31 tutto quello che si dice è aria fritta.
Pato arriverà il 4 settembre.
Noi pensiamo di avere quattro attaccanti di grande livello, non vogliamo aumentare la concorrenza, abbiamo una rosa molto equilibrata, c'è Seedorf che sta diventando sempre più un trequartista di ottimo livello, abbiamo più difensori perchè avendone qualcuno anziano ci siamo tutelati.
Adriano? E' un grande giocatore, a tutti piacerebbe allenarlo, però da qui a dire che possa esserci una possibilità che venga al Milan significherebbe non dire la verità".
Sul campionato: "La Juve è ancora da decifrare, ha cambiato molto, deve trovare la continuità di rendimento.
La Roma invece ha continuità e anche maturità come ha dimostrato nella partita di Super Coppa.
Oltre a Inter e [...]

Leggi tutto l'articolo