Bollito chi???

Che spettacolo! Il dottore è tornato! E lo ha fatto ovviamente a modo suo...con una strepitosa vittoria sul circuito dell'Estoril (Portogallo).
Gli avversari nulla hanno potuto alla furia Rossi, che finalmente, grazie a delle Michelin FINALMENTE competitive, ha potuto lottare fino alla fine e vincere il Gran Premio.
Partito dalla terza posizione, dietro ad un redivivo Hayden (in pole) e al solito Stoner, Vale fatica un po' nelle prime fasi della gara, ingaggiando un duello serrato con Marco Melandri.
Ma in seguito, dopo aver visto che Pedrosa andava come un matto, anche più forte di Stoner, ha capito che doveva dare una scossa...e inizia lo show! Sorpasso dopo sorpasso arriva alla vetta della gara...duello incredibile con lo spagnolo della Honda, ma alla fine la spunta il pesarese.
Staccate incredibili, un duello al cardiopalma che non si vedeva da mesi e mesi...in questa nuova MotoGP dove BridgeStoner la fa da padrone.
Valentino torna a vincere dopo 4 gare (tutte fuori dal podio...).
La festa di Stoner viene solo rimandata, ovviamente i punti rosicchiati dal pilota di Tavullia non bastano a impensierire l'australiano, ormai certo del titolo mondiale.
Ma questa vittoria è servita a dimostrare tante cose: innanzi tutto che Rossi non è affatto "bollito"...come tanti ormai lo definivano, ipnotizzati dalle imprese "fumose" del biondino della Ducati.
Il dottore, pur avendo passato un brutto periodo (vedi la storia del fisco...), non è mai stato in discussione come "pilota".
Oggi si è ben visto che senza problemi tecnici...sarebbe il dominatore assoluto, come è sempre stato.
Stoner è bravo sì, ma i vantaggi dati delle Bridgestone sulle sue prestazioni sono ben evidenti.
Sarebbe bello se finalmente la Michelin avesse ridotto il gap tecnico dai concorrenti giapponesi...finalmente potremmo assistere a spettacoli simili a quello di oggi: gare combattute fino alla fine...da piloti, da gladiatori, disposti a tutti pur di salire sul gradino più alto del podio.
Basta ai monologhi.
Per giudicare il confronto tra Rossi e Stoner basta analizzare il loro comportamento in questa gara (come nelle altre): l'australiano, quand'era in testa, ha cercato in tutti i modi di andar via...scappare....e avere quel margine di vantaggio tale a garantirgli la vittoria; il pesarese invece ha ADDIRITTURA aspettato Pedrosa...si è fatto risorpassare a pochi giri dalla fine...l'ha studiato...e poi ha affondato il colpo in una staccata micidiale.
Chi è il vero Campione? Dove sta lo spettacolo? Giudicate voi...       

Leggi tutto l'articolo