Bon-ton

Ho trovato, su una vecchia collana di libri, tutta una serie di regole di quello che pretende di essere il bon-ton di oggi, che, lungi dall'insegnarci quale forchetta usare a tavola, dà preziose indicazioni su come comportarci in situazioni in cui tutti ci ritroviamo ogni giorno.
Sono un pò vecchiotte, ma sempre utili.
Così, sono sicura di farvi cosa gradita, se per esempio vi dico che: IN ASCENSORE "Non urlate, non fischiate, non fissate insistentemente la bella ragazza (o il bel giovanotto) salito dopo di voi" Ora..non dubito che ai tempi, "fissare insistentemente" fosse la peggior forma di maleducazione possibile.
Diciamo che oggi siamo messi peggio: ci tocca fare i conti con cattivi odori, gomitate nelle costole, l'ombrello che ci sgocciola dentro le scarpe, il cane che scambia la nostra gamba per un albero, il bambino che ci ficca il lecca lecca appiccicoso nella tasca dell'impermeabile...e in casi estremi..pure la mano morta come in autobus (sigh!).
"Se dovesse bloccarsi, non abbandonatevi a scene apocalittiche: calmatevi, vi salveranno:" Parli bene tu, che sei a un tavolino a scrivere di bon-ton, e non dentro il suddetto ascensore, magari accanto al maniaco della mano morta...
A TAVOLA "Si aspetta educatamente che i padroni di casa siano seduti prima di iniziare, non ci si serve mai due volte della stessa portata, ad un buffet si lascia educatamente il passo alla signora accanto a voi." E fu così che si è sicuri di restare regolarmente a digiuno in tutte le occasioni...
All'ultimo buffet a cui mi è capitato di partecipare, ricordo distintamente una lotta senza esclusione di colpi per aggiudicarsi l'insalata con i gamberetti...e gli sposi ancora nemmeno si vedevano....e siccome davvero preferisco digiunare, piuttosto che ingaggiare un combattimento all'ultimo gamberetto, ecco, questa è facile :D IN BAGNO "Non si lascia allagato, nè la saponetta incrostata di sporcizia, non si spreme il dentifricio da metà tubetto e nemmeno si lascia tutto fuori posto come se fosse appena passato un tornado" E dove devo firmare per farlo entrare in testa a tutti gli individui di sesso maschile che popolano il mio bagno??? "Non si canta a un volume impossibile sotto la doccia, se doveste trovarvene sprovvisti, non si urla: Mammaaaaaaaaaa...Mariaaaaaaaaa...l'asciugamanoooooooo!!!!" A parte toglierci una delle più grandi soddisfazioni dell'italiano medio, e cioè cantare sotto la doccia...mi spieghi in quale altro modo potrei attirare l'attenzione di qualcuno per farmi passare un asciugamano?? No, perchè sono sicurissima [...]

Leggi tutto l'articolo