Boomdabash: troppi haters, il nostro brano dice basta all'odio

Roma, 6 feb.
(askanews) - Debutto positivo a Sanremo per i Boomdabash, band salentina divenuta nota con il brano "Non ti dico no" a cui ha partecipato Loredana Berté, tra le hit dell'estate 2018.
Sul palco dell'Ariston il gruppo - composto da Biggie Bash, Payà, Blazon e Mr Ketra - ha presentato "Per un milione".
"Parla dell'attesa, il sentimento dell'attesa in generale, di un figlio, di una nonna che aspetta un terno, per cambiare la vita del figlio, della mamma che aspetta il ritorno del figlio dal militare, di un sentimento che in questa epoca si è perso", spiega Ketra, alias Fabio Clemente, l'abruzzese del gruppo.
"Fare un po' come i bambini, dimenticare il sentimento dell'odio, penso che oggi, leggo sia sui social che sui giornali, delle frasi alle quali non viene dato il giusto peso.
Prima non era così...
Quando uno sta per dire qualcosa carico di rabbia, prima pesava, oggi vengono dette le peggiori cattiverie, senza riflettere sul significato di quello che si dice.
Il messaggio del brano di Boomdabash è rivolto anche al momento che stiamo vivendo", ha aggiunto il cantante Biggie Bash.
Oltre a questo messaggio positivo, i Boomdabash portano a Sanremo anche la loro Puglia: "Abbiamo la gente dalla nostra parte, almeno da quello che vediamo sui social e dalle persone che incontriamo per strada, viviamo per strada, siamo sempre a contatto con la gente e ci dicono 'ragazzi siamo con voi su quel palco'", ha sottolineato Payà.

Leggi tutto l'articolo