Borsa: Asia chiude in rosso, giù la Cina

(ANSA) – MILANO, 20 NOV – Borse asiatiche in netto calo dopo la drastica correzione del listino tecnologico Nasdaq e la crisi innescata a seguito dell’arresto di Carlos Ghosn, presidente dell’alleanza Nissan-Renault-Mitsubishi Motors.
Sugli umori degli investitori pesa anche l’attesa per l’incontro tra Cina e Usa per discutere del tema dei dazi.
Guardando al Vecchio continente c’è attesa per la riunione dell’Ecofin.
Chiusura in negativo per Tokyo (-1%) dove il titolo Nissan cede il 5,5%, mentre le azioni dell’altra partner del gruppo, la Mitsubishi Motors, hanno lasciato sul terreno il 7,4%.
Sul fronte valutario lo yen si rafforza sul dollaro a 112,50, e sull’euro a 128,80.
A mercati ancora aperti in rosso Hong Kong (-1,9%), Shanghai (-1,9%), Shenzhen (-2,4%) e Mumbai (-0,3%).
Chiusura in negativo anche per Seul (-0,8%).
Sul fronte macroeconomico attesi i dati sulla disoccupazione in Francia ed i prezzi alla produzione in Germania.
Dagli Usa in arrivo le licenze edilizie e le scorte di petrolio settimanali.