Borsa: Milano fiacca, giù Tim e Fca

(ANSA) – MILANO, 26 SET – Avvio di seduta fiacco per Piazza Affari alla vigilia della presentazione alle Camere della nota di aggiornamento del Def da parte del governo.
Il Ftse Mib cede lo 0,27% mentre lo spread butp-bund, secondo la piattaforma Bloomberg, a quota 235 si allarga di un paio di punti base.
Sul listino milanese soffre Tim (-2%), con la cessione di Sparkle momentaneamente ‘congelata’, e vanno male i titoli del settore automative, da Fca (-0,95%) a Brembo (-0,86%) a Pirelli (-0,85), in linea con la debolezza del comparto in Europa.
Qualche vendita anche per le banche, con Banco Bpm (-1,04%) e Intesa (-0,83%) mentre non scaldano Unicredit (-0,46%) le indiscrezioni su futuri obiettivi nell’M&A.
Deboli anche Leonardo (-0,84%) e Mediaset (-0,73%).
Dall’altra parte del listino qualche acquisto per Fineco (+0,93%) e Bper (+0,23%).
Fuori dal Ftse Mib continua a cadere Astaldi (-1,8%) per cui prende corpo l’opzione del concordato in bianco mentre Carige tocca nuovi minimi storici a 0,007 euro (-1,4%).