Borse, Morgan Stanley: “Il peggio deve ancora venire”

Fonte: WSI 20 febbraio 2018, di Alessandra Caparello NEW YORK (WSI) – Lo scossone subito dalle borse tra fine gennaio e i primi di febbraio è solo un antipasto della futura discesa delle azioni.
L’allarme lo lancia Morgan Stanley che pone al centro l’andamento dei bond.Proprio oggi il governo degli Stati Uniti offrirà un quantitativo record di titoli di Stato a breve termine (tre e sei mesi), pari a 151 miliardi di dollari.
Secondo lo strategist della banca americana Andrew Sheets, l’inflazione Usa continuerà a salire e di conseguenza anche i rendimenti dei bond si muoveranno al rialzo, mettendo fine così al lungo periodo di denaro a costo zero.“Nel secondo trimestre rimaniamo in guardia per un difficile tracollo, in quanto l’inflazione di fondo e gli indicatori di attività sono moderati”.Il rialzo dei tassi di interesse avvenuto finora non è in grado di provocare gravi danni al mercato azionario: le aziende non dovrebbero avere conseguenze negative nella loro capacità di pr...

Leggi tutto l'articolo