Borse asiatiche, è stata una settimana nera e turbolenta

Si è chiusa per le Borse asiatiche una settimana molto turbolenta. E si è chiusa molto male. Le piazza dell'area Asia-Pacifico infatti sono crollate al livello più basso da circa venti mesi. La spinta al ribasso l'hanno data i timori persistenti sulle prospettive del commercio globale, ma anche i risultati deludenti di alcune importanti società come Amazon e Alphabet.
Le Borse asiatiche
Partiamo dai dati sulle Borse asiatiche, che si possono reperire tramite i migliori siti trading autorizzati Consob. Tokyo ha chiuso in calo dello 0,4% a quota 21.184,60. Male anche i mercati cinesi, con Hong Kong che cede l’1% e Shanghai lo 0,7%. La borsa coreana di Seul scivola dell’1,8%. Tra le singole società, meritano menzione i casi di Canon, che ha ridotto la previsione sull’utile annuo ed è arrivata a perdere oltre il 5%, ma pure LG Chem e Lotte Chemical cedono circa il 6%.
I motivi del calo
Come detto, uno dei motivi che hanno spinto a questo ribasso delle Borse asiatiche sono le persistenti te...

Leggi tutto l'articolo