Botte, urla e pazienti fuori controllo. Allarme aggressioni negli ospedali lombardi

Cronaca
11 agosto 2017
Botte, urla e pazienti fuori controllo. Allarme aggressioni negli ospedali lombardi
Sondaggio choc, il 78% degli operatori sanitari ha subito violenze
di ANDREA GIANNI

Milano, 11 agosto 2017 - Tre aggressioni nell’arco di poche ore, lo scorso 28 luglio, all’ospedale Sant’Anna di Como, dove due addetti alla sicurezza sono dovuti ricorrere alle cure mediche. Un’infermiera di 36 anni rincorsa e picchiata da un paziente dell’area psichiatrica al San Paolo di Milano, nel maggio scorso. I casi di aggressioni ai danni degli operatori sanitari in Lombardia, secondo il sindacato degli infermieri Nursind, sono «in continuo aumento». E le misure finora attuate «non sono sufficienti». Per monitorare il fenomeno il sindacato ha promosso un questionario sul territorio nazionale, raccogliendo le risposte di 5.066 operatori del settore (una iniziativa analoga era stata lanciata nel 2013).
Dai dati relativi alla Lombardia emerge che 692 operatori sanitari su 884 (il 78,28...

Leggi tutto l'articolo