Bracconaggio: scoperti in val di Ledro con pulcini di tordo

(ANSA) - TRENTO, 1 GIU - Scoperti dai forestali in val di Ledro due presunti bracconieri-uccellatori della provincia di Brescia.
I due sono stati fermati a Tremalzo con due nidi di tordo bottaccio, nascosti nella loro auto, contenenti sette pulcini.
Il reati contestati sono quelli di maltrattamento di animali, furto al patrimonio indisponibile dello Stato e uccellagione.
I bracconieri - osservano i forestali - prelevano questi pulcini direttamente dal nido, a scopo di allevamento per essere poi venduti quali richiami vivi a cacciatori da capanno.
Tale attivita' comporta maltrattamenti: per determinare il sesso degli animali, talora i piccoli subiscono l'apertura dell'addome, con una lametta; i maschi vengono ricuciti mentre le femmine, inutili quali richiami, vengono soppresse.
(ANSA).

Leggi tutto l'articolo