Brasile: Lula a veglia per il nipotino

(ANSA) – SAN PAOLO, 2 MAR – L’ex presidente brasiliano Luiz Inácio Lula da Silva, uscito oggi dal carcere di Curitiba dove sta scontando da aprile 2018 una condanna a 12 anni di carcere per corruzione, è giunto a fine mattinata a San Paolo per assistere alla veglia funebre di Arthur, il nipotino di sette anni morto per una meningite fulminante.
Lula, assai dimagrito rispetto al passato, è arrivato sotto forte scorta da parte della polizia antiterrorismo (GPI) nel Cimitero ‘Jardín de la Colina’, dove il corpo del bambino era esposto, in attesa di essere cremato.
In abito azzurro e camicia celeste, l’ex capo dello Stato ha salutato un gruppo di simpatizzanti che hanno ripetutamente gridato ‘Lula libero’.
Il giudice federale di Curitiba, Claudia Lebbos, autorizzando l’uscita dal carcere di Lula ha precisato che la sua presenza doveva protrarsi al massimo per un’ora e mezza, per cui il leader del Pt ha abbandonato in auto il cimitero alle 13 locali.