Brasile - Ancora un attivista indigeno ammazzato perché faceva il lavoro che lo Stato centrale non fa: difendere le foreste dell’Amazzonia - E Bolsonaro ha le mani sporche del sangue degli indigeni...!

 

 
 
.
 
seguiteci sulla pagina Facebook: Zapping
 
.
 
Brasile - Ancora un attivista indigeno ammazzato perché faceva il lavoro che lo Stato centrale non fa: difendere le foreste dell’Amazzonia - E Bolsonaro ha le mani sporche del sangue degli indigeni...!
Amazzonia, ucciso un altro leader indigeno: proteggeva la foresta
I mercenari dei gruppi agrari hanno assassinato Paul Paulino Guajajara che guidava uno dei gruppi dei "Guardiani della foresta" nello stato di Maranhão. 
Ennesima tragedia in un paese che non sopporta i diritti dei nativi: un giovane leader indigeno impegnato nella difesa della foresta Amazzonica è stato ucciso da membri di una banda di taglialegna illegali in Brasile.
Secondo quanto indicato dalle autorità, venerdì Paulo Paulino Guajajara era impegnato in una battuta di caccia nella riserva di Araribóia, nello Stato di Maranhão, quando è caduto vittima di un’imboscata di una banda di taglialegna illegali. L’attivista, membro del gruppo contro il disboscament...

Leggi tutto l'articolo