Brexit .Il governo inglese mi sembra assai preoccupato. Basta questo a dire tutto.Vedete, quando ci si butta da grande altezza, non ci sono mai problemi allo stacco o durante la caduta ... ma all'atterraggio!!.

I danni di Brexit al Regno Unito stanno cominciando a vedersi adesso.
Le ipotesi di un disastro immediato dopo il referendum non si sono realizzate, scrive l'Economist, ma ora gli scricchiolii ci sono.
Lo stesso governo inglese prevede una riduzione di crescita del PIL tra il 4 e il 9% nell'arco dei prossimi quindici anni, ma c'è chi sostieni sulla base del nulla cosmico che la Gran Bretagna potrà solo stare meglio. Il fatto che non arrivi lo tsunami o la glaciazione non è esattamente il miglior parametro di giudizio per valutare delle scelte politiche. Se si trattasse dell'Italia il 9% equivarrebbe a circa 163 miliardi di euro, ovvero più di dieci miliardi di euro di ricchezza buttati a mare ogni anno.
OK hanno un economia nettamente migliore e indebitamento nettamente inferiore. Sembra poi che nell'ultimo anno abbiamo peggiorato anche questi due parametri per cui sono d'accordo con chi dice che loro stiano meglio di noi (la fortuna c'entra solo per chi non fa nulla). Inoltre noi s...

Leggi tutto l'articolo