Bruce Springsteen - CHAPTER AND VERSE (Columbia/Sony, 2016)

Bruce Springsteen pubblica la sua prima vera autobiografia, Born to run, e ha pensato anche ad un’ideale “colonna sonora” che potesse accompagnarla.
E così nasce questo Chapter and verse, che è semplicemente un greatest hits un po’ anomalo, perché non si ferma soltanto a raccogliere quelli che artista e casa discografica definiscono come i maggiori successi, ma le canzoni qui scelte danno il nome ai capitoli del libro.
Ed è qui che sorgono le sorprese, perché per l’occasione Bruce ha messo mano agli archivi e ha rispolverato alcune sue vecchissime registrazioni, di quando non aveva ancora un contratto discografico con la Columbia, e si dilettava a suonare con i suoi amici.
Di questi inediti ce ne sono ben cinque, di cui due (Baby I e You can’t judge a book of cover) provengono dalle sessioni con i Castiles, la sua prima band, una (He’s guilty) dalle sessioni con gli Steel Mill, un’altra (The ballad of Jesse James) con la forma embrionale della E Street Band, ossia la Bruce Sprigsteen...

Leggi tutto l'articolo