Bus accessibili provincia VCO

Negli ultimi mesi sono stati pubblicati sui giornali locali, in particolare su "ECO RISVEGLIO", degli articoli relativamente alla NON accessibilità degli autobus nella provincia di Verbania, per questo motivo sono stato convocato presso l'Amministrazione Provinciale per un incontro con i politici.
All'incontro vi era l'assessore ai trasporti Blardone e il responsabile dell'area trasporti l'architetto Formoso.
Devo dire che ho trovato da parte dell'assessore molta disponibilità a migliorare la situazione sull'accessibilità del trasporto pubblico per i disabili, anche se non hanno gradito molto che mi sia rivolto ai giornali, infatti a detta loro si sarebbero mossi nello stesso modo, anche senza l'intervento dei mass medica (facciamo finta di crederci J ).
Mi stato spiegato che la situazione è molto critica, infatti quasi tutte le 550 fermate del VCO non sono accessibili, così come non lo sono gli autobus.
Sinceramente credevo che in tutto questi anni si fosse fatto qualcosa in più.
Le fermate piano piano verranno messe in sicurezza (spero) e pertanto accessibili, ma i fondi attualmente disponibili sono molto pochi, bisognerà effettuare delle scelte su quali fermate rendere prioritariamente accessibili.
Dovrebbero iniziare prima da quelle più utilizzate, ma si chiede anche di segnalare quelle in cui vi siano persone con problemi di mobilità e che vorrebbero utilizzare il trasporto pubblico, in modo da iniziare proprio da quelle.
Sarebbe pertanto utile che i disabili che abbiano questa esigenza si facciano sentire.
Anche i mezzi sono inaccessibili, soprattutto quelli relativi al trasporto extra urbano (un po' meglio in quello urbano), in quanto i mezzi che hanno le pedane elettriche non sono funzionanti per i vari problemi tecnici (tralascio commenti e lo sgomento per i soldi buttati per attrezzature non utilizzabili) e quelli con le pedane manuali, molte volte necessitano dell'abbandono dal posto di guida del conducente, ed il codice della strada lo vieta.
Vi sarebbe la volontà politica, di fare una richiesta proprio al codice della strada, relativamente a questo problema.
I mezzi, dovrebbero essere resi accessibili, man mano che il parco viene rinnovato.
I tempi quindi si dilateranno, in periodi molto molto lunghi.
Quello che mi ha sconcertato è che l'attuale situazione è veramente penosa, così come le scelte e i lavori effettuati in questi ultimi anni, la mia preoccupazione è quella che anche sui nuovi lavori si continui a ripetere gli errori commessi.
Basti pensare che il nuovissimo movicentro, costruito [...]

Leggi tutto l'articolo