C'è muro e muro.

Io, dietro i muri della mia casa e dietro la porta ben chiusa, ci sto proprio bene.
E se fossi ungherese, sarei proprio contento di costruirmi un bel muro di protezione.
E' una gran bojata disquisire sulla moralità dei muri, a priori; gli esempi, si sprecano.
E quanto all'Ungheria, bomba la cui miccia è di incerta lunghezza, si tratta di un popolo dalla lingua impronunciabile, che le solite Potenze idiote hanno spezzettato a suo tempo come loro piaceva.
Vediamo di lisciarli dal verso giusto, questi ungheresi.

Leggi tutto l'articolo