C:\WINDOWS\SPOOL\Desktop\Documenti\Cesare Pavese by MAX_file\pave07.htm

E' appena finita la guerra e, come già visto nelle tappe cronologiche della vita di Pavese, sappiamo che egli dal '43 si era, fino al '45, rifugiato nel Monferrato per sfuggire alla guerra civile allora in corso. Così il personaggio del racconto, come Pavese stesso , sfugge alla guerra rifugiandosi in collina. Siamo nel '43 e il luogo non è più il mare di un paese in tempo di pace, bensì una città in rovina, bombardata, che come le altre città subisce la dura legge della guerra.
Il protagonista, Corrado, un intellettuale, è un professore che vive questo dramma osservando tutto quanto accade intorno a lui. Corrado prende sempre un atteggiamento di distacco, preso com'è dal problema di capire cosa sta realmente accadendo. Soprattutto cerca di capire sè stesso in rapporto agli altri a ciò che sta accadendo intorno.
La casa in Collina è uno dei  romanzi più importanti sulla Resistenza, Pavese parla esplicitamente di Guerra civile termine che oggi in modo spesso spregiudicato e ideologico s...

Leggi tutto l'articolo