CANDIDATI ALLA CANDIDATURA

AlzatiAugusta ha deciso da questo momento in poi e fino a nuovi sviluppi, di non parlare più di candidati sindaci, ma di candidati alla candidatura ed il perché è presto detto: a quarantacinque giorni dalle elezioni amministrative infatti, le candidature ufficiali sono soltanto quelle di Giacinto Franco, Enzo Inzolia e Massimo Carrubba.
I primi due sono candidati “fai da te”, visto che si presentano con due movimenti autonomi slegati dai partiti politici tradizionali, il sindaco uscente invece, dopo non poche tribolazioni, si presenta come candidato unico per il Partito Democratico.
E gli altri? Chi per un motivo, chi per un altro, aspettano tutti il placet del “puparo” di turno.
In verità, questi poveri candidati alla candidatura, sono più vittime dei loro partiti o delle consorterie che ambiscono a rappresentare che carnefici.
Il Pdl ad esempio, in un primo momento aveva puntato tutto su Lazzari, salvo poi accorgersi che è un candidato “debole” e chiedergli di farsi da parte, tanto il programma non conta e poi mancano “ancora” quarantacinque giorni alle elezioni.
Un altro che potrebbe essere costretto a rinunciare per le stesse logiche è Marco Stella, consigliere uscente di An che tanto si è speso ed esposto in questi mesi per la sua candidatura e che, adesso, Augusta potrebbe non trovarsela più nel cuore.
Se a destra la confusione regna sovrana, a sinistra non sono da meno.
Il caso emblematico è quello di Rosario Salmeri che in poche settimane è stato declassato da agguerrito contendente di Carrubba alla candidatura per il Pd a candidato della Sinista l’Arcobaleno che non lo ha mai riconosciuto ufficialmente e che, adesso, sembra averlo abbandonato completamente.
Capitolo a parte lo merita  Giambattista Totis, politico della vecchia guardia che negli ultimi tempi, approfittando della confusione trionfante, ha provato anche lui ad inserirsi nel toto-candidature senza per la verità grande successo.
Sia chiara a tutti gli augustani una cosa però, per tutti questi signori e partiti che abbiamo nominato, compresi quelli che la candidatura ufficiale se la sono già guadagnata, a soli quarantacinque giorni dalle elezioni, il programma da presentare alla città è solo un dettaglio.

Leggi tutto l'articolo