CAOS TOTALE.Prova di forza di Salvini, rabbia dei 5 Stelle. Questi incompetenti e disadattati osano anche ridere delle loro ipocrite scelte, fregandosene beatamente della trasparenza e di un minimo di responsabilità politica.

Prova di forza di Salvini, rabbia dei 5 Stelle.
Parlamento appeso a un'intesa politica che non c'è.
Maggioranza nel caos in vista della fiducia sul decreto Salvini.
M5s minaccia, chiede lealtà sulla prescrizione.
Ma il leader leghista ostenta sicurezza e si nega a un vertice a tre.Una farsa che rischia in un battibaleno di trasformarsi in tragedia.
È sera quando Matteo Salvini piomba in Senato.
Convoca le telecamere per esultare per l'imminente approvazione del decreto Sicurezza.
Poi trasloca in aula, dove si divide tra i banchi del governo e momenti d'ilarità tra i banchi dei suoi.
Una pura ostentazione di forza, una costruzione simbolica della leadership che ribalta il tavolo fino a quel momento imbandito dal Movimento 5 stelle.È una partita di giro.
Gli uomini di Luigi Di Maio vogliono il via libera al fine-prescrizione-mai, introdotto alla Camera da un emendamento al ddl anticorruzione.
Il segretario della Lega smania per chiudere sul decreto Sicurezza, in discussione a Palazzo Mad...

Leggi tutto l'articolo