CARI NONNI, ALLA LARGA DALL'OLANDA

«La vita è un diritto, non un dovere.
Il suicidio per chi ha compiuto i 70 e ha deciso di morire, deve essere legalizzato».
Marie José Grotenhuis, quotidiani vari, 14 aprile.
Bastavano 40 mila firme, ne sono state raccolte 120 mila.
E la proposta di legge che estende l’euta­nasia agli over 70 non ne­cessariamente ammalati approda al Parlamento o­landese, merito del movi­mento Nvve, nato nel 1973 attorno allo slogan 'diritto di morte'.
In Olanda l’eu­tanasia, ma per i malati ter­minali, è legale dal 2002.
I­da Magli ( Giornale ) è con­vinta che una legge del ge­nere servirà a « spingere centinaia di migliaia di cit­tadini a sentirsi e a ricono­scersi inutili » .
Notizia e commento fanno venire in mente il racconto L’esame, scritto da Richard Mathe­son nel 1958.
Narra la fine di Tom Parker, 80 anni, che vive con il figlio, la nuora e due nipoti.
Parliamoci chiaro: è un gran peso.
In­gombrante, incapace, inet­to.
Ma per lui c’è l’esame di Stato, un test che misura a­bilità fisiche, mnemoniche e matematiche.
Chi lo su­pera, dimostrando di esse­re efficiente, può conti­nuare a vivere.
Gli altri so­no invitati a ripassare per l’iniezione.
L’errore di Matheson? Aver ambienta­to L’esame nel 2003.
Lieve­mente in anticipo.
(T.G.) - Avvenire 15 aprile 2010 -  Isegnideitempi -

Leggi tutto l'articolo