CARO BENZINA: ANCORA RINCARI INGIUSTIFICATI

Continuano senza sosta i rincari della benzina, venduta, in molti distributori, a 1,30 Euro al litro.
"Si tratta di una speculazione del tutto ingiustificata - denunciano Adusbef e Federconsumatori - dal momento che, è vero che il costo del petrolio è lievemente salito, ma è del tutto compensato dall'attuale quotazione in rialzo dell'euro.
Come al solito, inoltre, ad ogni minimo rialzo del costo del petrolio, ecco che i prezzi della benzina automaticamente si impennano, mentre non avviene mai il contrario".
"A questa insopportabile velocità della luce con cui si ritoccano al rialzo i prezzi dei carburanti - continua la nota delle Associazioni dei Consumatori - si aggiunge una intollerabile, ed ormai endemica, differenza del prezzo dei carburanti che va dai 3 ai 5 centesimi al litro in più rispetto ai paesi europei".
"A causa di queste maggiorazioni, infatti - dichiarano Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti, Presidenti di Federconsumatori ed Adusbef - ogni automobilista, solo per costi diretti, dovrà far fronte ad una maggiore spesa di 144 euro l'anno".
Da Federconsumatori e Adusbef arriva un invito per il Governo "ad intervenire al più presto, vigilando ed impedendo le speculazioni di filiera e realizzando un serio e concreto processo di liberalizzazione della rete distribuzione carburanti, anche attraverso la distribuzione presso la grande distribuzione".

Leggi tutto l'articolo