CASTELVERDE Nella chiesa di S. Archelao una mostra di oggetti d'arte

 CASTELVERDENella chiesa di S.
Archelaouna mostra di oggetti d'artelegati alla parrocchialeInaugurazione il 18 ottobre La Parrocchia di S.
Archelao in Castelverde organizza, in occasione della Sagra autunnale che,  per altro, celebra la festa della Dedicazione della Chiesa,  una esposizione temporanea di oggetti d'arte, legati per committenza alla stessa chiesa parrocchiale, costruita su progetto dell’architetto Francesco Pescaroli nel 1677 e ingrandita nel 1874 dall’architetto Carlo Visioli. La mostra si suddivide in tre piccole sezioni: la prima espone oggetti a completamento dell'altare della Pietà della chiesa parrocchiale che, come e noto,  è l'unico che viene realizzato secondo il programma iconografico originario,  dove trova posto – adattata - una ancona in legno dorato proveniente dalla precedente chiesa;  la seconda espone gli argenti di proprietà della parrocchia che spaziano dal sec XVII alla prima metà del sec XX; la terza sezione presenta una selezione di paramenti antichi, tra cui il preziosissimo servizio "in terzo" del sec XVIII che riporta, ricamato sul piviale, la scena del martirio di S.
Archelao.La mostra "La bellezza segno di Dio", allestita nell'aula Santa Cecilia (ingresso dalla Chiesa), sarà inaugurata venerdì 18 ottobre alle ore 18.30 e potrà essere visitata dal 19 al 22 ottobre dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 18.
Ingresso libero. Fonte chiesa di Cremona  PAPA FRANCESCO: MESSA A SANTA MARTA, “LA PREGHIERA FA MIRACOLI”“Quando non preghiamo, quello che facciamo è chiudere la porta al Signore.
E non pregare è questo: chiudere la porta al Signore, perché Lui non possa fare nulla”.
Lo ha detto il Papa, che nell’omelia della messa celebrata oggi a Santa Marta ha preso spunto dal Vangelo dedicato a questa santa per ricordare che “la preghiera, davanti a un problema, a una situazione difficile, a una calamità è aprire la porta al Signore perché venga.
Perché Lui rifà le cose, Lui sa arrangiare le cose, risistemare le cose”.
“Pregare è questo”, ha sintetizzato Papa Francesco: “Aprire la porta al Signore, perché possa fare qualcosa.
Ma se noi chiudiamo la porta, il Signore non può far nulla!”.
L’esempio è quello di Maria, sorella di Marta, che “ha scelto la parte migliore e ci fa vedere la strada, come si apre la porta al Signore”.
“Agli occhi della sorella - ha commentato il Papa - era perdere tempo, anche sembrava, forse, un po’ fantasiosa: guardare il Signore come se fosse una bambina meravigliata”.
Invece, tramite Maria “il Signore [...]

Leggi tutto l'articolo