CCNL Vigilanza privata: proseguono le trattative

CCNL Vigilanza Privata 15 dicembre 2016 CCNL Vigilanza privata: proseguono le trattative Verso una rinnovata filiera della sicurezza Continua il confronto tra le Parti Sociali del settore della vigilanza privata in vista del rinnovo del contratto collettivo di settore.
Presente al tavolo, come sempre, anche Univ, aderente a FederSicurezza, assistita dalla struttura sindacale di Confcommercio.
Tre i punti principali sui quali si è concentrata l’attenzione dei sindacati, Fisascat, Filcams e Uiltucs: la riaffermazione della leadership del contratto della vigilanza privata e dei servizi fiduciari quale strumento centrale di regolazione del settore, i temi della rappresentanza e rappresentatività e la ridefinizione della sfera applicativa del contratto.
E’ parso unanime l’accordo sulla necessità di un’innovazione sostanziale, cogliendo l’occasione del rinnovo contrattuale per riflettere concretamente sull'opportunità di non rimanere più ancorati strettamente al passato quanto piuttosto di “rilanciare” la posta in gioco modificando l’impostazione di base e aprendo finalmente le porte, fermo restando la centralità della vigilanza privata tradizionalmente intesa, ad una vera e propria filiera della sicurezza.
Altro tema centrale quello della rappresentanza e della rappresentatività, problema che, come noto, investe ormai entrambi i lati del tavolo.
Il problema del dumping contrattuale non è certo una novità per il settore, ma oggi più che mai, si è rilevato, sta diventando un elemento fortemente problematico nella gestione della contrattazione collettiva.
Non solo centralità del contratto e rappresentatività ma anche coerenza delle attività ricomprese nella sfera applicativa contratto: l’interesse dei sindacati è focalizzato sulla sicurezza e sulle attività strettamente riconducibili alla gestione della sicurezza, ma anche sull’introduzione di un quadro applicativo unitario per tutto il Ccnl, sulla base del quale andranno poi distinte le specificità di ogni mansione.
Luigi Gabriele, Presidente di Univ, ha espresso grande soddisfazione per l’”inconsueto” accordo tra i due lati del tavolo, segno che il nuovo percorso intrapreso possa finalmente essere quello giusto: “siamo i primi ad avere a cuore il tema della definizione della rappresentatività - ha dichiarato -, ed è anche per questo che abbiamo richiesto la presenza di Confcommercio, la nostra Confederazione di appartenenza.
Ma la più grande soddisfazione è, finalmente, il recepimento del concetto di filiera della sicurezza [...]

Leggi tutto l'articolo