CENTRO DESTRA, ACCORDO RAGGIUNTO?

Il cerchio si chiude.
Sarebbe stato raggiunto l’accordo nel centrodestra, l’Mpa appoggerà Giuseppe Buzzanca al Comune e Nanni Ricevuto alla Provincia.
Ma Carmelo Lo Monte, non ci sta: «Io non so nulla, se avessero ritirato la candidatura prima me lo avrebbero detto.
Io vado avanti comunque».
Anche senza l'appoggio del partito? «Fino a prova contraria a Messina il partito lo rappresento io».
Parole di fuoco che rendono sempre più un rebus questa vicenda.
Nell'accordo raggiunto sarebbe risultato decisivo l’intervento del presidente della Regione Raffaele Lombardo, le cui frasi, mai rilasciate a caso, facevano prefigurare che qualcosa si stesse muovendo. A Catania aveva detto: «Dal Movimento per l'autonomia mi viene l'indicazione di sostenere alle prossime amministrative i candidati di una vasta alleanza che dovrà essere compatta in tutta la Sicilia» aggiungendo che «se ci sono più candidati dinanzi alla sintesi della coalizione gli altri faranno tutti gentilmente un passo indietro».
E aveva ribadito: «Mi auguro si trovi un'intesa tra tutte le componenti del centrodestra.
Nel caso in cui non si dovesse trovare, non parteciperò alla campagna elettorale nella prima fase e mi piacerebbe invece partecipare nella seconda fase in un eventuale ballottaggio dove la coalizione che mi ha portato alla presidenza della Regione dovrà ricomporsi per forza».
Ballottaggio che, a questo punto, sembra più lontano a Palazzo dei Leoni, mentre c’è da valutare cosa accadrà a Palazzo Zanca, dove Fabio D’Amore, se questa ritrovata compattezza dovesse essere confermata, sarebbe nuovamente solo nel ruolo di terzo polo.
La scelta di avallare il duo Ricevuto-Buzzanca a Messina cambia, a quanto pare, anche il quadro regionale: si lavora, infatti, per consegnare all’Mpa la Provincia di Agrigento e o il comune o la Provincia stessa di Catania, dove uno tra Castiglione e Stancanelli dovrebbe fare un passo indietro, il che farebbe pensare ad una risoluzione del caso Siracusa, dove sarebbe Bono (An) il candidato alla Provincia, come auspicato dal neo leader nazionale La Russa.

Leggi tutto l'articolo