CENTRO STUDI, SI LAVORA PER I "CORTI DI COCKTAIL"

Il Cineforum Orione e il Centro Servizi “Guernica”, in collaborazione con il Centro Studi e Ricerche di Storia e Problemi Eoliani, ripropongono la manifestazione “Corti da cocktail”, giunta alla terza edizione.
Nei locali del Centro Servizi “Guernica” (Via Castellammare 6, vicino alla Chiesa dei Catalani), dal 12 maggio, per tre lunedì consecutivi, sarà infatti possibile gustare un aperitivo (con buffet) ed assistere ad una selezione dei migliori cortometraggi italiani dell’ultimo anno, offerti per l’occasione dal Festival “Eolie in Video” di Lipari, che nel prossimo mese di luglio aprirà i battenti per la sua quinta edizione.
Il programma di “Corti da Cocktail 2008”, curato anche quest’anno da Francesco Torre, coordinatore artistico di “Eolie in Video” sin dal 2004, sarà inoltre arricchito dalla presentazione dei lavori di alcuni giovani registi messinesi, tra cui Francesco Cannavà, che con Red Line si è aggiudicato il primo premio al “Taormina Film Festival”, Emanuele Musarra, attualmente al primo posto nella graduatoria on-line del “Babelgum Film Festival” patrocinato da Spike Lee con il cortometraggio Fill, Alessandro Turchi, del quale verranno proposti Appunti per una ricostruzione e Gioco a perdere, legato quest’ultimo all’attività del collettivo artistico “Machine Works”, e Francesco Lollo con il divertentissimo Grandi dolori da nulla.
I suddetti autori saranno inoltre presenti in sala ed introdurranno personalmente i propri lavori.
Nella proiezione di lunedì 12 maggio (ore 21), si segnalano tra gli altri i cortometraggi Meridionali senza filtro (vincitore del David di Donatello 2007), i “corti-comici” Papà, fattene una ragione e Pizzini Reader, il film breve d’animazione Ghe penso mi e il documentario vincitore ex-aequo di “Eolie in Video 2007” Miracolo a Ballarò del bravissimo regista palermitano Gaetano Di Lorenzo.
“Corti da Cocktail, nato nel 2006 grazie all’entusiasmo di alcuni giovani soci del Cineforum Orione, si presenta oggi come un’occasione assolutamente imperdibile per poter apprezzare alcune opere filmiche di straordinario valore artistico che hanno raggiunto e conquistato il pubblico di tutta Italia, e che a Messina purtroppo faticano a trovare la meritata visibilità” afferma il curatore dell’evento Francesco Torre.
Grazie al patrocinio dell’ERSU, gli studenti universitari potranno usufruire di uno speciale abbonamento (al costo di appena 5 euro) che garantirà l’accesso a tutti e tre gli spettacoli.

Leggi tutto l'articolo