CHAKRA: ELEMENTI, PIETRE, COLORI, PIANETI E OLI ESSENZIALI AD ESSI COLLEGATI

Centinaia di anni di uso e sperimentazioni ci hanno dimostrato che i Chakra non siriequilibrano con le normali medicine. I Chakra sono sensibili alle vibrazioni e si riequilibrano attraverso frequenze (vibrazionali) e magnetismo.
Cosa crea la giusta frequenza vibrazionale? Un profumo creato specificamente, un pensiero positivo, un colore, una nota musicale, un alimento, gli esercizi di meditazione… ecco, in realtà molti elementi creano una giusta frequenza vibrazionale e conoscendo la gamma vibrazionale di ogni Chakra e conoscendo il Chakra da riequilibrare, possiamo “assumere”, in qualsiasi forma, vibrazioni che ci aiutano… Cerchiamo allora di capire quali elementi, pietre, colori pianeti ed oli essenziali sono collegati ad ogni Chakra così da utilizzarli in frequenza vibrazionale atta ad riequilibrare i nostri CENTRI ENERGETICI.
Primo Chakra – Muladhara Colore associato: ROSSO Si trova alla base della spina dorsale, intorno al perineo.
La sua funzione principale è legata al mantenimento della connessione del corpo fisico con la vita sul pianeta Terra, assicurandoci la sopravvivenza.
Questo centro rappresenta le RADICI che ci connettono al flusso, linfa, energetico con Gaia.
Il primo chakra è, quindi, associato all’elemento Terra.
Il pianeta connesso al primo chakra è SATURNO (sebbene anche PLUTONE esercita influssi) Nel corpo fisico controlla le ossa, i piedi, le gambe e la base della colonna vertebrale.
Il senso associato è l’olfatto.
Gli OLI e le ESSENZE più indicate sono quelle provenienti da alberi con radici profondamente radicate nel terreno, come legno di sandalo, di cedro, di rosa, cipresso eolmo.
Altre essenze che aiutano a sanare i disequilibri di un chakra base in particolare nelle  manifestazioni di ansia, depressione e paura, sono: rosa, mirra, muschio di quercia, pepe nero, geranio, vetiver, melissa, patchouli, ylang ylang e incenso.
Questi oli aiutano a superare il senso di isolamento, ricordandoci che siamo parte del Tutto.
Pietre affini: Ematite, Onice nero, Tormalina nera, Quarzo fumè, Meteoriti, Tectite, Rubino, Granato, Ossidiane.
Quando focalizzarsi sul primo chakra: situazioni di lavoro precarie, quando ci apprestiamo ad avere questioni immobiliari (quali ad esempio: vendita, acquisto, trasloco); decisioni importanti da prendere per il futuro, spese ingenti da effettuare, quando siamo alla ricerca di stabilità, quando pratichiamo sport soprattutto se a livello agonistico.
Secondo Chakra – Svadhisthana Il colore è ARANCIONE E’ collocato [...]

Leggi tutto l'articolo