CHE BONO

CIAOOOOOOOOOOOOOO!! =D   BREVE BIOGRAFIA DI EMINEM Marshall Mathers III (questo il suo vero nome, trasformato in Eminem, cioè "M and M"), è nato il 17 Ottobre del 1972, ed è cresciuto in un quartiere violento di Detroit completamente abitato da neri.
La sua infanzia e la sua adolescenza sono state durissime, contrassegnate dall'assenza cronica di presenze familiari, episodi di emarginazione e degrado umano e culturale.
Lui stesso ha più volte dichiarato di non aver mai visto il padre neanche in foto E di essere cresciuto nella povertà più totale e che la madre, per sopravvivere, era costretta a fare la prostituta.
Date queste premesse, la biografia del rapper è costellata di un'infinita sequenza di momenti difficili.
Si comincia molto presto nell'elenco delle sventure che colpirono Eminem.
Oltre a prostituirsi, la madre, Debbie Mathers-Briggs, faceva uso di stupefacenti in maniera massiccia.
A ciò si aggiunga la giovane età della ragazza, la quale al momento del parto era solo diciassettenne.
I rapporti fra i due non sono mai stati idilliaci e anzi più volte il cantante ha accusato nei sui testi la madre di esser stata irresponsabile e di aver fatto uso di droghe pur avendo un bambino piccolo.
La reazione non è stata improntata al dialogo e alla reciproca comprensione, o al riavvicinamento, ma solo di denuncia per diffamazione.
Per tutta risposta, il cantante ha dichiarato: "Mi sono accorto che mia madre si fa più roba di me".
In questo inferno familiare, solo una figura sembra essere positiva e aver avuto un'influenza benefica su Marshall: lo zio Ronnie, colui che gli ha fatto conoscere il rap e che ha creduto nelle sue qualità di cantante.
Per questo alla morte di Ronnie Eminem ha provato un forte dolore, un senso di perdita notevole che ha più volte descritto nelle sue interviste, tanto che al momento della scomparsa aveva addirittura perso il desiderio di continuare a cantare.
Tuttavia nel dicembre 1996, la sua ragazza Kim, partorisce la piccola Hailie Jade che oggi ha sei anni.
La nascita della piccola e la nuova responsabilità di padre rinvigorisce l'artista che torna finalmente a cantare.
I soldi comunque sono sempre pochi: lo stesso Eminem ricorda: "in quel momento della mia vita non avevo nulla.
Ho pensato di iniziare a spacciare e a rubare pur di uscire da quella situazione".
Gli anni passano e le cose non migliorano: nel 1997, quando aveva già iniziato la sua controversa attività, a causa di una grande delusione lavorativa ingoia venti pillole di un analgesico molto forte.
Per fortuna le [...]

Leggi tutto l'articolo