CHE PRESA PER IL CU..!!!!

La manovra economica sta per essere approvata con i tagli che ricadranno sicuramente sul sociale, a partire dalle scuole pubbliche, (alla scuola vengono tagliati 8 miliardi di euro con una riduzione di 100 mila insegnanti e 43 mila lavoratori.
Ma non si farebbe prima a dire che si vuole solo la scuola privata e che a scuola ci vadano solo i figli di papà?).
Ma in compenso si riporta in vita una mammella da ciucciare come la Banca del Mezzogiorno che nasce con cinque milioni di fondi statali ma deve poi aprirsi ai capitali privati, già, forse quelli capaci di fagocitare anche il midollo delle ossa dei poveri contribuenti.
Non parliamo poi dei  500 milioni di euro per il 2008 per superare il deficit di liquidità del comune di Roma.
Alemanno è il nuovo commissario straordinario del governo.
Per non parlare dell’Alitalia che, guardacaso doveva essere salvata ed invece è destinata a fallire per poter essere comprata dai soliti furbi che, scansati i debiti, messo “in saccoccia” allo stato il fatto del “prestito” di 300 milioni di euro,  (oltre ai 2 milioni e trecentomila euro di perdita che ha nel frattempo accumulato per giorno di ritardo sul passaggio), si impadroniscono di rotte e parte sana dell’azienda, mandando letteralmente a gambe all’aria qualcosa come 5000 persone (con l’indotto familiare annesso!) ..!! Olè !! Nel frattempo sotto sotto passa il piccolo fatterello :  per le spese del Senato SALTANO I TAGLI, (CORRIERE DELLLA SERA - Aggiornato alle 18:25 giovedì 24 luglio 2008 ) anzi c’è un aumento, ma piccino, hanno fatto il possibile..
“la spesa per gli stipendi,(del personale) invece di diminuire, salirà ancora: dell'1,14%.
E non basta.
La somma dei costi per il personale in attività e per i pensionati, che beneficiano come i dipendenti degli aumenti retributivi, ha raggiunto il 42,92% delle uscite complessive, contro il 42,74% del 2007 e il 41,52% del 2006.” … “Quest'anno, poi, c'è anche la ciliegina sulla torta dei nuovi vitalizi a 57 parlamentari non rieletti e dei 7 milioni 251 mila euro per pagare gli «assegni di solidarietà» (si chiamano proprio così) ai senatori che hanno perso il posto.”…ci sono poi le spese per i “servizi” : “Il costo per i servizi di ristorazione, per esempio cresce dello 0,76% a 2,8 milioni.
Quello per le pulizie e il facchinaggio aumenta invece del 6,53%, da 4,3 a 4,6 milioni.
La bolletta dell'acqua, poi, non si schioda dai 300 mila euro.
Mentre la spesa per «servizi informatici e riproduzione » si incrementa addirittura del 13,44% [...]

Leggi tutto l'articolo