CHI RUSSA VIVE DI MENO ED E' PIU' A RISCHIO DI ICTUS

DA L'AVVENIRE Un incidente automobilistico su cinque è dovuto ai disturbi respiratori del sonno.
La sonnolenza diurna è infatti una delle conseguenze principali della sindrome dell'apnea ostruttiva, patologia sottostimata che in Italia colpisce oltre un milione e mezzo di persone.
E in chi russa il rischio di ictus aumenta di 3,8 volte, quello di ipertensione arteriosa di 2,5 volte mentre radddoppia quello di diabete.
Russare e respirare male accorcia la vita ed aumenta il rischio di ictus, di pressione alta e di diabete.
Gli pneumologi riunitisi a dicembre nel 40° Congresso Nazionale dell'Associazione Italiana Pneumologi Ospedalieri (AIPO) e decimo congresso dell'Unione Italiana della Pneumologia (UIP) hanno lanciato un appello: si deve fare di più : oggi solo il 3% dei casi è diagnosticato.
Vincere il problema è semplice.
"Il trattamento - ha commentato il professor Antonio Corrado, presidente di AIPO - prevede l'utilizzo di una maschera nasale o facciale che, applicata durante il sonno, consente di normalizzare la respirazione e dormire meglio".

Leggi tutto l'articolo