CODICE DI AUTOREGOLAMENTAZIONE SU INTERNET

  SPECIE PROTETTE: DA CFS, EBAY ANNUNCI E SUBITO.IT PRIMO "CODICE DI AUTOREGOLAMENTAZIONE" CONTRO IL TRAFFICO ILLEGALE SU INTERNET LAV: INIZIATIVA LODEVOLE, SIA D'IMPULSO PER VIETARE IL COMMERCIO ON LINE DI TUTTI GLI ANIMALI VIVI "Un'iniziativa lodevole, la prima in Europa, che ci auguriamo possa dare maggiore impulso anche alla nostra richiesta di vietare il commercio on line di tutti gli animali, tra cui cani e gatti: una linea di condotta peraltro già adottata da eBay che nella sua policy (http://pages.ebay.it/help/policies/wildlife.html) ha introdotto il 'divieto di vendita di animali vivi', e confidiamo possa essere applicata ad ogni canale di vendita su internet". Questo l'apprezzamento espresso dalla LAV per il protocollo d'intesa siglato oggi dal Corpo Forestale dello Stato e da eBay Annunci e Subito.it - due tra i più noti siti di annunci in lingua italiana, che da soli raggruppano il 90% del mercato delle inserzioni on-line - finalizzato alla lotta contro il traffico on-line di specie protette (animali e vegetali) dalla Convenzione di Washington.
"Nell’era digitale anche il commercio di piante e animali esotici, le scommesse, le truffe e la violenza contro gli animali passano attraverso il web.
I principali modi di utilizzo di internet per attività illegali contro gli animali sono, la diffusione di immagini e video relativi ad uccisioni e atti di violenza contro animali, il commercio e traffico di animali, la raccolta di scommesse su competizioni tra o di animali, la promozione di attività illegali a danno di animali, le truffe e i raggiri con uso fittizio di animali", spiega Ciro Troiano, responsabile dell'Osservatorio Nazionale Zoomafia della LAV.
Il contrabbando di Fauna e la biopirateria sono una vera piaga: il traffico di animali e piante rare, secondo l’ultimo rapporto del servizio Cites del Corpo Forestale dello Stato, è in aumento.
Il servizio Cites del Corpo Forestale dello Stato ha effettuato, dall’inizio del 2011 al 22 dicembre dello stesso anno, 55.965 controlli in tutta Italia, in crescita di circa il 20% rispetto a quelli del 2010.
Le regioni italiane in cui si sono avuti i maggiori controlli sono la Toscana con 12.241 e la Lombardia con 24.048.
98 reati accertati nel contrasto al commercio illegale delle piante e degli animali tutelati dalla Convenzione di Washington e 140 gli illeciti amministrativi contestati, per un totale di oltre 331mila euro e un'infinità di sequestri.
Nel 2012, proprio grazie al monitoraggio del web, il Corpo Forestale ha sequestrato 294 [...]

Leggi tutto l'articolo