COME CI SIAMO RIDOTTI.

A chi segue la politica, come me, rimbomba nella mente una serie di frasi fatte che i berlusconiani ripetono all’infinito; una di questa è “l’opposizione non fa mai nessuna proposta concreta, dice sempre no a tutto” ; di proposte l’opposizione ne ha fatte tante ma non sono state nemmeno prese in considerazione dal governo che ha altri scopi piuttosto che il benessere degli italiani; un esempio recente è quello mostrato in calce a questa pagina: notizia riportata dalla “Repubblica” non come propaganda ma come vero disegno di legge presentato al senato dalla senatrice Anna Finocchiaro.
Sono provvedimenti molto utili per cercare di aiutare la parte della popolazione più in difficoltà; sarebbe un provvedimento costoso, certo, ma quando si vuole i soldi si trovano, come si trovano per fare il ponte sullo Stretto o come si sprecano per sdoppiare il turno delle amministrative e il referendum che costerà 450 milioni di Euro o quando si è deciso di fare due G8, una in Sardegna  e, smontando tutto, uno all’Aquila, oppure per dare lauti stipendi a sottosegretari nominati a raffica …..! Un altro concetto portato avanti da loro è che la destra ha un “leader carismatico” e la sinistra no; la leadership si divide tra D’Alema, Vendola, Bersani, Veltroni e qualche altro; questo succede perchè nella sinistra circolano idee svincolate da una direttiva centrale: ciò, naturalmente, comporta delle divisioni e un dialogo che può essere costruttivo nel momento di prendere decisioni e comunque meglio avere a che fare con uomini pensanti anzichè con automi con il cervello imbalsamato.
Il cosiddetto “carisma” di Berlusconi non è altro che la potenza economica di cui lui è ben fornito; questa sua enorme disponibilità, unitamente alla potenza politica che ha ottenuto, fa si che può tenere vincolati a se tutta la maggioranza ed oltre, elargendo favori, poltrone, incarichi, promesse, regali ed anche – si è saputo – somme in denaro, estinzione di mutui, appartamenti a prezzi stracciati, ecc.
ecc.
Se Berlusconi non fosse così ricco e non avesse le televisioni sarebbe  un semplice deputato o, forse, sarebbe già in galera!! Nel PDL idee non ne circolano, tant’è vero che appena Fini ha alzato la testa è stato subito cacciato e i rimasti si guardano bene dal contestare per non fare la stessa fine; ciò è confermato dal fatto che centinaia di parlamentari (e anche giornalisti) che si alternano nei varii talk show politici dicono esattamente le stesse cose e quando sono alle strette se ne escono dicendo [...]

Leggi tutto l'articolo