COME SNELLIRE I COSTI E RECUPERARE REDDITIVITA'

Il 4 ottobre si è tenuta la decima edizione del Consumer & Retail Summit.
E' stata un'occasione per parlare delle sfide che la grande distribuzione si trova a dover affrontare.
E' chiaro a tutti che la crescita del PIL in Italia sarà piuttosto modesta (va già bene se si assesterà intorno all'1%) e che i consumi, in generale, crescono meno del PIL.
Non si vede quindi all'orizzonte un periodo di vacche grasse.
E' allora necessario agire sui costi.
E' vero che l'innovazione è necessaria, ma snellire i costi delle catene commerciali è ormai indifferibile.
Peraltro, si può fare anche innovazione (oltre che di prodotto e di processo) anche nel sistema di gestione e controllo dei costi.
Ridurre il numero di prodotti sugli scaffali dei supermercati, utilizzare l'e-commerce, puntare sulla qualità "reale" e razionalizzare l'offerta non basta.
Occorre tenere sotto controllo i costi: un'opportunità interessante è l'innovativo metodo denominato "activity based costing".
Perché sosteniamo determinati costi? Perché continuiamo come gli anni precedenti senza cambiare nulla? Perché non ripensiamo a come collegare i costi con le attività?  L'ottimizziazione e la razionalizzazione dei costi può essere effettivamente realizzata tramite il controllo di gestione, che è ben spiegato - con parole semplici e molte esercitazioni pratiche - nell'ebook "Le basi del controllo di gestione".
Walter Caputo

Leggi tutto l'articolo