COMUNICATO DEI DIRETTIVI AQUILE ROSSONERE-FC OLIMPIA MARLIA ROSSONERA

I direttivi di Aquile rossonere e fc Olimpia Marlia rossonera,ritengono opportuno intervenire solo oggi sulle polemiche e le diatribe scaturite in questi ultimi giorni al seguito della nascita del gruppo in gradinata “Aquile rossonere”.Fino ad ora gli scriventi hanno scelto volutamente di non intervenire pubblicamente per non alimentare ancor di più questo clima di polemica che ritengono a dir poco spropositato rispetto all'evento stesso.
Come è oramai noto a tutti ,nei giorni scorsi si è costituito questo nuovo gruppo che fa parte del club Marlia rossonera.
Il gruppo ha deciso,unitamente al club Marlia rossonera ,con il criterio della maggioranza dei voti,di chiamarsi Aquile rossonere-orgoglio lucchese.Il gruppo stesso è stato presentato pubblicamente a Matraia,dove erano presenti tifosi a titolo personale ed esponenti di clubs e gruppi della gradinata.Durante la presentazione sono stati sottolineati chiaramente le motivazioni e gli intenti per il quale il gruppo stesso è nato ,nell'area dei clubs firmatari ,del presente comunicato,intenti che di seguito vengono ribaditi.
-Riuscire,insieme a tutte le altre realtà organizzate già da tempo presenti,a colorare sempre di più la gradinata,assicurando il contributo del nuovo gruppo costituito in termini d'impegno delle iniziative per un tifo sempre più caloroso a sostegno dell'A.S.Lucchese Libertas 1905 sia in casa sia in trasferta.
-Essere unitamente agli altri club e gruppi già esistenti,un ulteriore punto di riferimento in gradinata per giovani e meno giovani,con l'intento di sostenere in modo organizzato la nostra squadra del cuore.
Il direttivo del gruppo ha tenuto poi a precisare ulteriori elementi che costituiscono il DNA del gruppo stesso: -di esere oggi e in futuro, un gruppo di gradinata e di non appartenere al mondo Ultras.
-di non avere e comunque di rifiutare nel modo più assoluto, qualsiasi connotazione politica; -di ripudiare la violenza e ogni forma di discriminazione razziale o di religione.
Fatte queste debite premesse,la prima riflessione che i firmatari ritengono opportuno evidenziare è che in un mondo dove vengono messi quotidianamente in discussione valori ben più importanti per la collettività ,di una fede calcistica,a maggior ragione la nascita di un club e la scelta di un nome e di un simbolo può essere opinabile e discutibile.
Lungi da noi pretendere quindi che tutti condividano ciò che è stato fatto a proposito della nascita di questo gruppo.
Non possiamo però accettare senza proferire parola che alcuni abbiano voluto [...]

Leggi tutto l'articolo