COMUNISMO O VEGANISMO? Non basta una dieta per salvare il pianeta

Sezioni comuniste Gramsci-Berlinguer
per la ricostruzione del P.C.I.
di Andrea Montella
Carissime compagne e compagni
nell'articolo de il Fatto Quotidiano sul mondo affaristico vegano, riportato qui sotto, si evidenziano le palesi contraddizioni di questa nuova e irrazionale moda alimentare di matrice anglosassone: è infatti nata in Inghilterra nel 1944 da Donald Watson e Elsie Shrigley che, osservando le cattive abitudini alimentari britanniche - giustamente ma forse con qualche esagerazione - hanno proposto la loro dieta a tutto il mondo, non tenendo conto dei diversi climi in cui si vive con i conseguenti e necessari bisogni alimentari adatti a sopravvivere in tali ambienti.
Questi fondatori del veganismo erano sicuramente mossi da intenti più che onorevoli, ma purtroppo il massocapitalismo tutto piega al solo interesse egoistico e all'affarismo più spietato, come dimostra ampiamente l'articolo.
Che le utopie miste all'irrazionalità siano in grado di produrre denaro approfitta...

Leggi tutto l'articolo