CONSIGLI PER GLI ACQUISTI PARTE 1: SOLO STRANIERI

Oggi voglio trasformarmi in Maga Magò e suggerire al nostro pelatone in cabina di regia quei giocatori che mi piacerebbe vedere al Milan e che potrebbero effettivamente essere utili alla squadra per tornare ad essere competitiva fin da subito, fermo restando che contemporaneamente bisognerebbe cercare di accapparrarsi alcuni giovani promettenti da far diventare top mondo o top lèvo, usando due squallide espressioni tanto care a Galliani.
Premessa: ho un debole per gli atleti dell'est.
L'ultimo in squadra - Shevchenko - mi ha dato delle gioie immense.
Portieri: In realtà con Abbiati e Storari siamo già a posto.
Per quanto riguarda il secondo portiere, però.
Non sono top players nel ruolo, ma perlomeno sono abbastanza affidabili.
Il mio sogno sarebbe Igor Akinfeev: ha 24 anni ed ha margini di miglioramento strepitosi.
Già ora è tra i 10 portieri al mondo, tra 4 o 5 anni sarà tra i primi tre.
L'unico inconveniente è che il CSKA chiederà - e a ragione - non meno di 15 milioni di euro.
Difensori: Le priorità sono due terzini VERI ed un centrale difensivo, dato che quest'anno abbiamo quasi sempre giocato con i laterali dirottati al centro a fianco di Highlander Thiago Silva.
Terzini forti ce ne sono a migliaia, ma costano una strage.
Abbiamo condotto malissimo l'affaire Cissokho ed ora il francese è in semifinale di Champions, mentre da noi Abate ed Antonini hanno azzeccato il primo cross giusto alla 34° giornata.
Uno interessante è senza dubbio Gareth Bale: terzino sinistro, 21 anni, corre come un cavallo, crossa e ogni tanto la caccia pure dentro.
Da impostare in fase difensiva, ma i margini di miglioramento sono tanti.
Accostato al Milan la scorsa estate, oggi vale 12 milioni di euro.
Come terzini destri, discreti anche Rafinha e uno a scelta fra Arbeloa e Sergio Ramos.
Come centrali difensivi un mio pallino è Rafa Marquez: secondo me a questo punto della carriera verrebbe al Milan volentieri.
Unico scoglio il prezzo: se fosse meno di 5 milioni sarebbe un affarone.
Così con Yepes saremmo quasi a posto: Nesta, Silva, Marquez e Yepes garantirebbero solidità notevole al centro, essendo giocatori con caratteristiche abbastanza diverse tra loro.
Simon Kjiaer è un'incognita: vi ricordate di Laursen? Centrocampisti: Per i centrocampisti centrali, due nomi su tutti: Inler e Tymoshchuk.
Posto che Fabregas non lo vedremo a breve con la maglia rossonera perché costa uno sproposito, quei due lì in mezzo al campo garantirebbero legnate, pressing, corsa, visione di gioco, passaggi quando serve e gran tiro da fuori.
Inler [...]

Leggi tutto l'articolo