"CORRE IL VENTO SOCIALISTA"

  NEWSLETTER DEL 26 MARZO 2008 "Corre il vento socialista", un tir per Boselli Partirà domani da Roma"Corre il vento socialista" è la scritta che campeggia sulla fiancata del Tir che il partito di Enrico Boselli ha scelto per la campagna elettorale.
Il tir che girerà l'Italia, partirà domani da Roma, da Porta Pia, lato via XX Settembre, dove verrà presentato alla stampa alle ore 11, presente lo stesso candidato premier del Partito socialista.
Pensioni, è iniziata la gara a chi la spara più grossa Boselli: basta ingannare gli elettori"Basta - afferma Enrico Boselli - ingannare gli elettori facendo promesse che non si possono mantenere.
Sulle pensioni Berlusconi e Veltroni annunciano scale mobili e aumenti di centinaia di euro ma devono cominciare a dire la verità e non possono continuare a promettere miglioramenti senza spiegare da dove si prenderanno tutti i soldi che servono.
Non si può dire che verranno da tagli alla spesa pubblica.
Non basta.
Devono spiegare - continua Boselli - dove e come tagliare.
Hanno già fatto programmi che per la metà sono senza copertura.
Ormai sta diventando una gara a chi la spara più grossa".
Elezioni, il Pd solo un patto elettorale Nigra: ammettere la sconfitta prima del voto è un segnale grave."Dichiarando - afferma Alberto Nigra - che il 35% come risultato elettorale per il PD sarebbe soddisfacente, il Ministro Gentiloni ammette la sconfitta.
Poi dire che il PD nasce per governare e non per avere un buon risultato elettorale cosa significa? Che se il risultato non è soddisfacente o il PD non va al Governo viene sciolto? Ammettere la sconfitta prima del voto è un segnale grave, forse è per questo che la sommatoria di DS e DL nel PD è solo di facciata e non formale, tanto che mantengono sedi e strutture separate.
Insomma il PD non è da meno del PDL, è solo un patto elettorale per illudere gli elettori.
Questa uscita del Ministro Gentiloni - conclude Nigra - si aggiunge ai segnali di tensioni forti interne nel PD date nei giorni scorsi dai Ministri Bonino e Di Pietro".
Intini: la soglia del 4% non è irraggiungibilePer Ugo Intini, candidato alla Camera per il partito socialista, il raggiungimento della soglia del 4% nelle prossime elezioni politiche "è un obiettivo difficile ma non irraggiungibile.
I sondaggi non ci incoraggiano - ha osservato - ma certamente non ci demoralizzano".
In merito alla campagna elettorale in corso ed agli spazi riservati dai media ai vari schieramenti, Intini ha rilevato che "sembra essere diventato obbligatorio votare per due soli partiti, i [...]

Leggi tutto l'articolo