CStreet Washington....

  la Repubblica 21 novembre 2010 pagina 36 POLITICA ESTERA di FEDERICO RAMPINI   «La prima regola di C Street - spiega Bart Stupak - è che non devi parlare di C Street».
Stupak è   il deputato democratico del Micihgan celebre per aver tenuto in   ostaggio al Congresso la riforma sanitaria di Barack Obama,   finché non strappò l' emendamento che proibisce i finanziamenti federali agli ospedali che praticano l'aborto.
«È una questione di efficienza - spiega il grande maestro di C Street, Doug Coe - più l' organizzazione   è invisibile, più forte è la sua influenza».
C Street è il nome della via di Washington che ospita The Fellowship.
La Compagnia.
La misteriosa   organizzazione, di matrice religiosa, influenza i vertici degli Stati Uniti per imporre la sua visione reazionaria.
Nella sede sulla C Street la Compagnia gestisce un "ostello".
È il pensionato riservato ad una élite molto selezionata di senatori e deputati.
Per poche centinaia di dollari al mese hanno diritto a vitto e alloggio, corsi di formazione, sedute di preghiera, assistenza spirituale.
E protezione contro gli avversari.
I suoi segreti sono stati svelati per la prima volta da un reporter del New York Times, Jeff Sharlet, esperto di sette fondamentaliste.
Unico "infiltrato" esterno, Sharlet racconta il più esclusivo club della capitale.
Il suo viaggio in quel mondo è al centro del libro-inchiesta C Street (Little, Brown and Company), appena uscito negli Stati Uniti.
Svela una realtà stupefacente, che supera le più paranoiche "teorie del complotto".
Il sistema messo in piedi dalla Fellowship non s' identifica con fenomeni come il fondamentalismo religioso predicato alle masse.
Lei vola molto più in alto.
Semmai cerca di pilotare gli integralismi di popolo verso i   propri fini.
La sua storia ha origini anteriori rispetto ai neocon, ai teocon, al Tea Party.
I suoi affiliati sono ovunque, in posti di comando.
La Compagnia ha una missione divina ma sa essere a suo modo ecumenica: accoglie membri delle più diverse chiese protestanti.
Ha una forte impronta di destra   eppure include repubblicani e democratici.
Ha frequentato le sue Preghiere del Mattino perfino la democratica Hillary Clinton, segretario di Stato.
Il proselitismo della Compagnia permea le forze armate, influenza il generale David Petraeus comandante capo in Afghanistan.
La tutela che offre è preziosa.
Due suoi membri, ultraconservatori, moralisti e bigotti, di recente sono stati al centro di scandali sessuali che avrebbero distrutto qualsiasi politico americano [...]

Leggi tutto l'articolo