CURATA E RIMESSA IN MARE LA TARTARUGA CARETTA CARETTA

Quando fu trovata da un diportista e recuperata qualche settimana fa dalla Capitaneria di porto di Cefalù, Giulia pesava 22 chili.
La tartaruga della specie Caretta caretta non respirava bene e aveva ingerito numerosi pezzi di plastica, scambiandoli probabilmente per sarde o seppioline, il suo cibo preferito.
Giulia, che ora pesa 24 chili, oggi ha ripreso il largo nella caletta di Sant'Erasmo al Foro Italico.
La tartaruga è stata liberata grazie alle cure di biologi e veterinari del "Centro regionale di recupero per tartarughe marine", dell'Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Sicilia, dove è arrivata a metà febbraio.
Giulia ha 20 anni ed è lunga 60 centimetri.
Sottoposta alle indagini diagnostiche, ha espulso la plastica e ha trascorso un periodo di riabilitazione in una vasca grande.
Le tartarughe marine sono specie minacciate, a rischio di estinzione e per questo motivo alcune, come la Caretta caretta, sono inserite nella lista rossa della Iucn (International Union for Conservation of Nature), organismo internazionale che supervisiona gli esemplari protetti.
(ANSA).

Leggi tutto l'articolo